Panchine d'Artista
Domenica 10 Dicembre 2017 01:07

Il progetto voluto dall’assessore Rita Soccio consiste nell’allestimento di un angolo dove l’arte, in questo caso arte pubblica, eserciti un ruolo attivo nel processo di riqualificazione e riscoperta del fattore identitario del luogo, profondamente legato al paesaggio naturale e antropico.

Il progetto, presentato dall'Associazione Culturale Infinito Spazio – Isgallery a cura di Nikla Cingolani, inaugurato l'8 dicembre 2017 (guarda la galleria immagini), ha posto l’accento sull’importanza di risvegliare l'attenzione del pubblico nei confronti dell'arte contemporanea attraverso la realizzazione di sculture da porre nei punti strategici dei giardini. In questa operazione culturale il Comune diventa mecenate del Contemporaneo realizzando un museo a cielo aperto. Le opere di Federica Amichetti, Marco Cingolani e Niba, tre artisti recanatesi, sono state progettate in relazione all'ambiente e allo spazio naturale che le circonda. Ognuna è portatrice di uno stile e un significato diverso, ma tutte possiedono un comune denominatore che risiede nel design evocativo di una panchina, “luogo di sosta” dove contemplare la bellezza della zona. La combinazione di alcuni concetti contenuti nelle opere come la Natura, il Tempo, il Pensiero, appartiene sia al mondo della Musica (il suono della natura e il suo ritmo, il rapporto tra musica e filosofia) sia al mondo della Lirica come espressione poetica prediletta da Giacomo Leopardi. Le sculture, affacciate verso il paesaggio dell’infinito, catturano nelle loro forme il flusso dei tre elementi e con le loro forme amplificano lo spettacolo davanti ai nostri occhi.

I giardini pubblici dedicati al grande tenore sono uno degli spazi più rappresentativi di Recanati, dallo straordinario valore culturale. Si spera che la loro rivalorizzazione, anche attraverso il processo artistico, tenda a far rispettare lo spazio pubblico da vivere in modo più consapevole, senza che accadano più atti di vandalismo.

 

 

 

PROGETTO