Verso il 2018 – Recanati capitale della cultura
Domenica 03 Luglio 2016 08:20

ISgallery partecipa

Con il titolo Recanati città dell’Infinito, è stato consegnato lo scorso 30 giugno al Mibact (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo) il dossier relativo al bando di candidatura. Per il 2018 il Ministero ha pubblicato il bando e le linee guida a marzo. Lo scopo è "sostenere, incoraggiare e valorizzare l’autonoma capacità progettuale e attuativa delle città italiane".

Per la città la candidatura rappresenta sia una sfida sia un’opportunità, dove è coinvolto il territorio del distretto turistico Riviera del Conero e Colli dell’Infinito, con il sostegno esclusivo della Regione e dell’Anci. Una delle priorità tra gli obiettivi è di promuovere Recanati come luogo del “vivere bene”, accogliente e con servizi funzionali al turismo. Oltre venti le città che aspirano al titolo, tra cui Trento, Spoleto, Caserta, Ercolano, Orvieto, Ostuni, Benevento. Tutte città con la propria specificità e prospettive, ma dalla nostra abbiamo la storia, il paesaggio, la poesia di Leopardi, la voce di Gigli, la musica del Persiani, l’arte del Lotto, solo per citare alcuni personaggi di chiara fama che rappresentano la ricchezza di Recanati. La scelta della città vincitrice spetterà a sette commissari: un presidente, tre esperti nominati dal Ministero della Cultura, altrettanti dalla Conferenza Stato Regioni. A novembre la commissione giudicatrice comunicherà la short list delle dieci città finaliste, mentre il 31 gennaio 2017 è prevista la proclamazione della vincitrice. Premio: un milione di euro.

La struttura del progetto è divisa in due parti chiamate Misure: nella prima fanno parte gli interventi strutturali (Museo – con la gestione alla cooperativa Sistema Museo, Mediateca 3.0, Casa di Silvia – un progetto curato dai Leopardi), nella seconda il programma culturale diviso in gruppi. Il gruppo denominato Infiniti leopardiani, comprende “Tutto Leopardi in scena” di Mario Martone, “Leopardi e la Cina” in collaborazione con Giorgio Trentin direttore dell’Istituto Confucio di Macerata, “Da zero all’infinito” mostra a cura di Marcello Smarelli, “I giorni del Giovane Favoloso” ideata dal Comune, “Lo schermo oltre la siepe” incontri con il cinema di poesia. Nel gruppo dal titolo Oltre l’Infinito abbiamo “Le visioni di Peter Greenaway” a cura di Franco Laera, con il grande regista inglese famoso non solo per i suoi film ma per il suo amore verso le arti figurative. Di lui ricordiamo il Cenacolo virtuale per Expo 2015, come omaggio a Leonardo e alla matematica. Quest’ultima materia rientra nella programmazione con un festival apposito a cura di Piergiorgio Odifreddi e un altro dedicato alla scienza a cura di Fosforo. Poi i progetti musicali iniziando da quello dedicato a Beniamino Gigli a cura di Francesco Micheli, Lunaria, Distretto Musicale a cura di FBT e FATAR, Cosmogonia Illuminotecnica a cura de iGuzzini Illuminazione, Cammini Lauretani e Infinito contemporaneo. L’ultimo gruppo dal titolo “Infinitesimali non trascurabili” prevede in programma Villa Incanto, Gran Ballo dell’800, Recanati Art festival, Electronic Music Festival, AmAntica, San Lorenzo Quartiere vivo, Recanati Experience Digitl day, RoboCup Junior, Infinitino, il parco di Sapientino a cura di Clementoni, Maker Village, Preview Weekendoit, Cultura d’Impresa, Foto all’Infinito, Infinito andare.

L’importo totale del budget preventivato è di 8.413.425,00 euro. In questa cifra sono previste le spese per il settore investimenti (interventi strutturali, realizzazioni sugli immobili), e le spese correnti (eventi, spese di comunicazione, quote ai dirigenti artistici, ecc.) con investimenti da parte di partner privati (aziende ed enti) e Regione per un totale di 5.611,00 euro. A sua volta il Comune ha preventivato per il settore investimenti una spesa di euro 533.275,00 mentre per le spese correnti, 2.269.150,00 euro.

Recanati si candida a Capitale italiana della Cultura 2018 con l'intento di mostrare come la cultura, intesa in tutte le sue ampie declinazioni, riesca a costituire un punto di rinnovamento e sviluppo, con l'ambizione di lasciare un'eredità nel tempo.

Infinito Spazio-ISgallery sostiene la candidatura e parteciperà con il progetto artistico "L'Infinito nell'Infinito: il Terzo paradiso di Michelangelo Pistoletto" come è stato confermato durante l'incontro nella Sala Consigliare del Comune di Recanati il 20 giugno 2016.

PROGETTO